Notice: Undefined variable: gg_map_api in /home/websites/portalegrecia.com/www/viaggiare-grecia.php on line 44 PORTALE GRECIA
Portale Grecia

ANNUNCI

    Spazio pubblicitario
Traduzione di testo in 75 lingue, con un solo clic!

 


© 2006-2010
PORTALE GRECIA
Turismo e vacanze in Grecia
 
 
 
 
Portale Grecia
il portale sulla Grecia: lingua, storia, cultura, vacanze, turismo, informazioni!
 

Andare in auto


Andare in Grecia:



Norme, documenti e permessi

Trattandosi di Paesi europei, la patente di guida italiana e il libretto di circolazione sono sufficienti (per le moto è necessario controllare che il proprio permesso di guida sia abilitato anche per l’estero).
Qualora non si guidassero la propria auto o la propria moto, è fortemente consigliato di disporre di una delega, da parte del proprietario che provi il diritto di possessione di tale veicolo, rilasciata dall’ACI.
Per quanto riguarda l’assicurazione è sempre meglio richiedere ulteriori informazioni all’agenzia competente.
Come in tutta Europa, sono obbligatori casco e cinture.
Una speciale raccomandazione va ai possessori di camper e roulotte che sono invitati ad informarsi con precisione di eventuali divieti di sosta o circolazione, vigenti in alcune isole: non sempre se ne riceve una precisa segnalazione prima dell’imbarco.
Ricordiamo, inoltre, che i membri dell’ACI dispongono di notevoli agevolazioni.

Dall’Italia

Per chi intende raggiungere la Grecia in auto esistono tre diversi itinerari.
Il primo, quello più rapido, partendo da Trieste e attraversando la ex Jugoslavia (Lubiana-Belgrado-Skopje), con arrivo a Salonicco. La durata media di questo viaggio è di circa 18 ore (1727 km), con entrata in Grecia dalle frontiere di Niki o di Evzoni.
Il secondo, quello che costeggia l’Adriatico e che percorre la Croazia, il Montenegro e l’Albania; la durata media è di 25 ore, per un totale di 1723 km, di cui la maggior parte a scorrimento difficoltoso.
Il terzo, infine, quello fino a Brindisi, da cui ci si può imbarcare per Patrasso (con un costo di circa 100 euro per le auto e di circa 50 per le moto).
Si ricorda che, nonostante la fine del confitto, la situazione nei Balcani rimane tuttavia incerta e che il loro attraversamento potrebbe risultare difficoltoso.

Da Ungheria, Romania e Bulgaria

Se s’intende evitare il passaggio dall’ex-Jugoslavia, il viaggio risulta molto lungo e stancante, a meno che non si desideri visitare altri Paesi.
Ormai la facilità di ottenere visti per questi Stati semplifica notevolmente questa scelta.
Da Budapest si consiglia di passare per la Romania (Timisoara), dirigendovi poi per Sofia; si attraverseranno quindi le montagne di Rila, sino alla frontiera con Kulata, da cui Kavala e Salonicco distano solo due ore di viaggio.
La condizione delle strade non è delle migliori e spesso alle frontiere si affrontano lunghe attese, per sbrigare le formalità.

Link utili:
Guida Michelin, cercare Itinerari.
Gruppo Autostrade sul quale potrete decidere un percorso.
Ministero degli Esteri, o A.C.I. da cui otterrete informazioni dettagliate e sicure sui documenti necessari per i vostri veicoli.

Spazio pubblicitario